La farina fatta in casa

Per gli amanti del pane fatto in casa, un upgrade. Basta procurarsi un piccolo mulino domestico (a pietra come quelli antichi, in versione elettrica o anche manuale) per ottenere farine molto più pregiate: ricche di vitamine, minerali, fibre, germe. Tutte sostanze bionutritive importanti. In più si macina soltanto la quantità necessaria alle esigenze del momento, avendo a disposizione un prodotto sempre fresco e intatto nella sua genuinità. Così ogni volta la ricetta del pane sarà diversa. Qui il mio articolo sui piccoli mulini da casa per Wise Society

(2345 visualizzazioni)
Un pane pieno di semi

Semi di lino, di girasole, ma soprattutto semi di sesamo nero: poco diffuso nella nostra cucina, ma invece ricco di sostanze molto pregiate. Aggiunti a una miscela 50/50 di farina integrale frumento/segale, come sempre lievitazione circa 24 ore con 3 impasti per renderlo digeribile – anche per chi fosse un po’ intollerante – proprio come se fosse fatto con la pasta madre (così mi hanno detto alcuni esperti panificatori biologici). I semi sono un’integrazione importante nell’alimentazione quotidiana: contengono proteine, minerali e vitamine che altrimenti sarebbe difficile assumere. Le preziose proprietà organolettiche di ciascun seme in questo post: Seminare benessere.

(1469 visualizzazioni)